CSI: Dongo – Albate 2-0

Sport Club Dongo – Albate Calcio 2-0
(20 p.t. Masanti, 35 s.t. Matteri ®)
Serata umida al comunale di Dongo, teatro della 6° giornata di Serie A del campionato CSI
di Como.
I ragazzi di mr. Ragni ospitano l’Albate, con l’occasione di andare in testa alla classifica,
almeno per una notte.
Neroverdi che arrivano dal piroettante 3-3 in quel di Lipomo, mentre gli ospiti hanno fermato
i rivali cittadini dell’Albatese nel derby. Morale alto per entrambi.
Dongo privo di Pisolo, squalificato, e bomber Aggio, convocato in nazionale sindaci, e poco
prima del fischio iniziale anche Porta deve alzare bandiera bianca per un malanno
muscolare.
Recuperano però i due vecchietti Benaglio e Montini che guidano la difesa davanti a
Dentella, con ai fianchi Biffi e Bertocchi, in mezzo Turello Poncia e Gestra e davanti Matteri
Arrigoni Masanti.
La partita parte in sordina, con le squadre che si studiano e cercano la migliore disposizione
in campo. Leggero predominio fisico iniziale dell’Albate, che però non arriva mai ad
impensierire Dentella, poi è il Dongo a prendere in mano le redini del match, pressando alto
e trovando il gol da calcio d’angolo: assist di Bertocchi e gol di Masanti, ennesimo schema
riuscito di Ragni.
Primo tempo che finisce senza troppi patemi, vantaggio meritato.
Nella ripresa dentro Gobbetti per Turello, poi qualche acciacco di troppo costringe al forfait
prima il generoso Arrigoni che lascia spazio ad Albo Gestra, e poco dopo bomber Masanti
che lascia il campo a Fabrizio Pisolo.
Dongo che soffre e rischia grosso in un paio di occasioni (attaccanti avversari imprecisi), ma
tiene botta e grazie ai nuovi entrati costruisce un contropiede micidiale: Albo lancia Gobbetti,
bravo a crederci e mettere in mezzo per Pisolo che a botta sicura trova le mani del difensore
avversario sulla riga di porta: è calcio di rigore che Matteri trasforma, per 3 punti soffertissimi,
specie nella ripresa, ma conquistati con sacrificio e sudore.
Dongo, la vetta è conquistata, adesso bisogna rimanerci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *