CSI: siamo in semifinale di Coppa Lario!

Marcatori : Salice al 20 2T – Mauri 32 2T
Sport Club Dongo : ( 4 4 2 )
Dentella ; Scanagatta R ; Montini; Benaglio ( 25 2T Aziz ); Biffi
Bertocchi ( 10 2T Gobbetti ); Salice; Gestra Aless; Poncia (Danielli 30 2T);
Matteri ( Mauri 15 1T / Pisolo F 32 2T ); Arrigoni ( Gestra Alber 32 2T )
A disposizione : Toribio, Porta
Dir. Accompagnatori : E. Bizzanelli

Ritornano le grandi serate di Coppa Lario in quel di Dongo,si sfidano al Comunale due compagini del campionato CSI Serie A
in situazione di classifica completamente diverse, il Dongo lanciato verso i piani alti mentre i CDA in lotto per la salvezza.
Inizio di partita noioso, entrambe le squadre appaiono sembrano avere il freno a mano tirato, molti errori nel fraseggio
e partita spezzettata dai numerosi falli sulla metà campo.
Da segnalare nei primi 35′ c’è l’infortunio di Matteri che dopo soli 15′ è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare
e un clamoroso abbaglio del diretore di gara che annulla un gol per fuorigioco al subentrato Mauri che respinge da un passo il

Il secondo tempo i padroni di casa partono con un piglio diverso e grazie anche al cambio di modulo ( da 442 a 433 )
iniziano a prendere in mano il pallino del gioco e spingere sull’acceleratore sfruttando bene gli esterni alti e arrivando più volte
sulcfondo e crossare senza trovare nessuno a centro area pronto a colpire.
Arrigoni a metà secondo tempo sfugge sulla linea del fuorigioco e arriva al limite dell’area calciando potente ma non trovando
la porta,nel frattempo Dentella è spettatore di tutto ciò che succede davanti a lui e praticamente non è mai stato impegnato.
Nell’ultimo quarto d’ora due magistrali punizioni risolvono il match, al 20esimo Salice dalla parte sinistra e al 32esino Mauri

Un plauso a tutti i giocatori subentrati che hanno dato quella vivacità necessaria per andare ad aggredire gli avversari.
Se andiamo ad analizzare la partita si è fatto un passo indietro sul livello del gioco rispetto alla prima uscita del 2020 a Mariano
ma quello che importava oggi era vincere e superare il turno e cosi è stato.

MAN OF THE MATCH : M.Mauri 7 : conferma quello fatto di buono a Mariano, continuando a scattare in fascia sfiancando la
retroguardia avversaia. Cigliegina sulla torta la punizione pennellata sotto il sette che chiude definitivamente la partita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *