#IOCICREDO: Sport Club Dongo resta in Seconda Categoria

Oggi a Dongo è stata festa , grande cornice di pubblico e grande entusiasmo sugli spalti .

Ci si giocava in 90′ minuti la stagione.

È stato tutto ben architettato dal nostro Vice Presidente Roberto Bogino con il suo staff social ,l’aspetto coreografico, con tanto di
magliette per tutti che recitavano il testo” Io Ci Credo” , per spingere il cuore oltre l’ostacolo dei nostri atleti.

Ma passiamo al campo , la prima fase è stata di studio , con poche occasioni e ribaltamenti di fronte veloci .

Il Dongo è stato attento a non subire nella prima fase con un Ardenno leggermente più in palla.
Bonfiglio si è affidato a un 4-4-2 con un centrocampo di sostanza Cetta – Bongiasca , due esterni veloci moralli -el mohubhtage.
Palo e Stamerra davanti .
Dietro è rientrato il baluardo Vermiglio con Caraccio ,con dell’era e gare’ sugli esterni . Riva tra i pali .

La partita si sblocca quando Stamerra sulla sinistra salta un uomo e mette una palla in mezzo ,dove Moralli è il più veloce di tutti e ci porta in vantaggio.

Voliamo sulle ali dell’entusiasmo e spingiamo a 1000.
Palo lotta su tutti i palloni e costringe la difesa a sbagliare in più frangenti .
Proprio un pressing nostro ,costringe la loro difesa all’errore e Stamerra è preciso col sinistro e il suo raddoppioci spiana la strada.

I ragazzi pagano l’ingenuità di voler a tutti i costi chiuderla ,e quando mancano 3 minuti al termine del primo tempo subiamo il 2-1 su calcio piazzato .
Fine primo tempo 2-1

Nella ripresa calano fisicamente entrambe le squadre con L’ardenno che cerca di rendersi pericoloso su lanci lunghi mentre il Dongo gioca di rimessa .
Sudiamo freddo su un tiro da fuori deviato fuori di poco .
Possiamo chiuderla in due occasioni ,prima con Stamerra poi con El Mohubhtage ma siamo poco lucidi sotto porta.
Fila tutto liscio fino al 90′ .
Vittoria meritata ,per una partita giocata col cuore .
Restiamo in seconda categoria ,una gioia grande in una stagione difficile ,questa sera si festeggia .
Da domani si ritorna a lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *